(La Gazzetta dello Sport, 26 luglio 2011, pag27)

Quando Antonello Venditti sta per rientrare nello studio di registrazione, qui, nella sua villa a Colle Romano, si ferma un attimo, prima di voltarsi del tutto, e dice: “sono un guerriero, io, non mollo così facilmente”. Proprio così. E, questo, è quello che trasmette, quando lo senti parlare, per due ore, del suo nuovo album: “Da quattro anni, dopo l’ultimo disco, ora uscirò con nove nuove canzoni, in cui vi racconterò la mia visione del mondo, dell’attualità, della vita”. Abbiamo appena sentito, con lui, tre brani inediti, del suo nuovo cd, dal titolo “Unica”, che uscirà il 29 novembre nei negozi. Tre canzoni: una che dà il titolo all’album, e sarà pure il singolo lanciato in radio ad inizio novembre, dedicato ad un amore ormai finito; un’altra, “Allora canta”, che rappresenta “l’inno per il nuovo movimento, per il vento che cambia, per i giovani che si organizzano e spero vadano al potere”; e infine, “Oltre il confine”, una canzone per l’integrazione, in cui viene idealmente costruita una nuova città, “dove chi sbarca a Lampedusa può vivere al sicuro come noi”. Tre temi, su cui ruotano tutte le riflessioni di Venditti. “Un Venditti più forte, e più speranzoso”.
Dunque, l’attualità. Di questo si occupa lui. “Certo, perché sto tra la gente, leggo i giornali, cerco di capire che momento viviamo, e come possiamo migliorarlo. Io sono salito sul tetto di architettura con i giovani, nel 2010, perché sentivo che da loro stava nascendo qualcosa di nuovo: infatti, guardando i risultati delle elezioni di Milano e di Napoli, ho avuto la conferma. Spero tanto sia un giovane che mi governerà in futuro”. Anche la donna è un tema centrale dei suoi nuovi testi. “Sì, perché dopo la morte di mia madre, ho fatto nuove riflessioni: mi sono liberato dei suoi paletti, e ho rimesso in discussione il mio rapporto con loro. Le donne mi fanno soffrire, ma mi hanno sempre affascinato: tutto quello che è forte, al mondo, è donna. Spero gli venga data di più la parola. Quando vedo il sorriso di una ragazza, per strada, mi sento più felice”. Il tour partirà con due date a Roma, l’8 e 9 marzo, e poi le principali città italiane; legate all’uscita del disco, la Sony metterà a disposizione dal 1 settembre, 30 mila pacchetti, a 80 euro ciascuno, con il biglietto per il concerto, sconti per alberghi e ristoranti, e pass per il parcheggio.