Le produzioni di Bollywood stanno arrivando anche in Italia, e con queste anche una grande richiesta di comparse, attori comprimari, corpi di ballo, che possano accompagnare nelle varie scene le star del cinema indiano. Nella stagione in corso a Milano sono stati girati, in gran segreto, già 14 film indiani. E tutto questo ha permesso al cinema milanese di chiudere il 2014 con +10% di fatturato (a fronte di un -7% del cinema italiano nei box office), anche grazie all’arrivo delle produzioni cinesi (e ad un reality show degli arabi) ambientate sempre sotto la Madonnina.

Mai come quest’anno la Bollywood dance, cioè la danza ispirata ai film di Bollywood, sta diventando una moda in Italia, grazie all’apertura di centinaia di scuole specializzate con insegnanti-coreografe che portano gli allievi ad imparare la danza indiana e anche la recitazione che i set indiani richiedono.

Siamo andati in una delle scuole di Delhi più rinomate, dove si insegna la Bollywood dance a decine di migliaia di ragazzi ogni stagione, a cui fanno capo diverse scuole italiane e a cui sono legate tante produzioni cinematografiche. Si tratta della Delhi dance Academy, il direttore della scuola, Arjun Sandhu, racconta: “I ragazzi che si iscrivono ai nostri corsi hanno dai 5 ai 55 anni: la Bollywood dance permette di trovare facilmente lavoro. Le produzioni cinematografiche indiane rappresentano fonte di guadagno per tutti, e la cosa sorprendente è che è in continuo aumento. I cast vengono fatti in maniera molto facile per tutti: è una delle industrie più facilmente raggiungibile del mondo, seppur sia la più ricca”. Infatti, solo nel 2014, Bollywood ha superato Hollywood come numero di film all’anno (un migliaio, contro circa 800), e ha triplicato i compensi della nemica americana. Secondo la Motion Picture Association, negli Usa sono stati venduti 1,28 miliardi di biglietti, il peggior risultato dal 1995. In Cina gli incassi sono aumentati del 35% e poco meno negli altri mercati dove Bollywood spadroneggia. Malgrado la forza dei cinque colossi – Paramount, Universal, Disney, Sony Pictures e Warner Bros – il giro d’affari dell’industria basata a Hollywood è stato di 10 miliardi, quello di Bollywood oltre 15.

Racconta ancora Arjun Sandhu: “Le scuole come la nostra stanno nascendo ovunque nel mondo, in particolare in Italia, dove i corpi si muovono in maniera molto simile a quelli indiani. Si può dire che gli italiani sono i più predisposti per questa danza, e con maggiore facilità imparano i movimenti dei coreografi. Gli attori dei film di produzione indiana hanno una forte propensione per il ballo, e la recitazione viene dopo. L’hip-hop, la danza del ventre, le coreografie di gruppo su musiche dance. Se notate, ci sono moltissimi primi piani, inquadrature larghe, non certo molti tecnicismi. E quando si tratta di mostrare una danza, anche la comparsa può essere più brava dell’attore principale. Per questo si ha più possibilità di sfondare, di essere notati: è come se nel cinema indiano valga ancora il merito. E si comincia presto, anche all’età di 7 anni si può diventare famosi: ora uno dei registi considerato un genio e tra i più pagati è un bambino, si chiama Kishan Shrikanth, ha solo 10 anni”.

In Italia, le scuole di ballo stile bollywood stanno aprendo a ritmo serrato. Tra le più importanti abbiamo selezionato alcuni centri in tutta Italia. Sbirciando nelle palestre durante le ore dei corsi, si ritrova esattamente la stessa atmosfera che si respira al Delhi Academy, come dice Sandhu: “L’impostazione delle lezioni è sempre la stessa: movimenti di base, e poi coreografie. Ma per sentirsi liberi, leggeri, belli, gratificati, è necessario viaggiare e ballare nei posti più incantevoli che la natura o l’architettura ci offre. Per questo noi viaggiamo parecchio, esattamente come si vede nei film di bollywood, quando alle spalle degli attori si vede Agra con il Taj, o l’India Gate, o le rive del Gange”. Infatti, anche nelle scuole italiane le ore dedicate agli esercizi di base sono una alla settimana, il resto sono coreografie, e viaggi nelle diverse location per avere come sfondo un’ambientazione che paghi anche lo spirito, l’anima, la mente. Conclude Sanhu: “Gli attori bollywood più famosi in questo momento in India sono Hritik Roshan, Shahid Kapoor, Prabhudeva, di sesso maschile, Madhuri Dixit e Deepika Padukone come attrici. E basta saper padroneggiare il ballo, e in un attimo la comparsa di una scena può diventare l’anno successivo la star mondiale più pagata”.

 

E’ SUL SITO DI VANITY FAIR (clicca qui)

 

Ecco alcuni centri in tutta Italia

–NAPOLI Accademia di Danze Orientali Vox Mundi, via Duomo 61. Info:piavera88@gmail.comtel. 3406220778.
ROMA Apsaras Bollywood Dance (www.apsarasdance.com), via Tiburtina Antica 5b. Info: apsarabollywood@gmail.com, tel. 3202930720.
ROMA www.freewebs.com/ambiliabraham/Info:bollywood.roma@gmail.com, tel. 3386027923
FIRENZE Fit Village Urban Dance, via Vezzani 8. Info:danzaindiana@libero.it, tel. 3481880067.
ALESSANDRIA Indian Dance School (www.bollywoodrama.com/) via Fiume 22. Info: rama108@hotmail.it, tel. 3405338330.
TORINO Centro Aziza (www.centroaziza.com/), Corso Regina Margherita 236. Info@centroaziza.com, tel. 011488320.
MILANO Bollywood Dance Academy (www.maharanidance.com/) c/o Mudrarte, Piazza XXIV Maggio 8. Info: mudrarte@gmail.comtel. 3391633201.
PADOVA Il Tappeto Volante (www.bollywoodveneto.blogspot.it/) via S. Maria Assunta 48. Info: tapp.vol@libero.it, tel. 3409013138.