Che bella serata, e quanta gente…

Sabato 20 maggio ho fatto il mio monologo “L’alfabeto dell’universo” (si tratta di una nuova storia che ho scritto apposta per festeggiare la casa editrice Bollati Boringhieri e i suoi 60 anni) all’Accademia delle Scienze, un posto magico di Torino, dove le pareti di tutte le stanze sono ricolme di libri ed è molto emozionante entrarci. L’evento fa parte del Salone Off, del Salone del Libro di Torino.

Si tratta del racconto di un’avventura a cui ho preso parte…un sogno…e ci sono dentro Einstein, Planck, Schroedinger, Dirac, Pauli, Jung, Freud, Darwin, Hawking, Galois, Turing, Feynman e tutti i grandi autori della BB, che con le loro opere hanno cambiato il mondo. Opere naturalmente che nel corso della mia vita ho divorato…

Il monologo è filato liscio, tra immagini proiettate su un megaschermo e musica, e poi è arrivato il momento della chiacchiera con Jim Al-Khalili, autore BB, un vero mito per me! Jim è un fisico e un divulgatore abilissimo (conosce Hawking e Kip Thorne!), e riesce a raccontare la fisica con parole semplici, a far capire concetti difficilissimi, e ad inquadrare la realtà che ci circonda con estrema chiarezza. Ho molto da imparare da lui. E così l’ho riempito di domande…è stato veramente bello. Allego qui sotto qualche foto della serata…

Questa di Torino è la seconda data che facciamo, la prima è stata il 21 aprile scorso al Planetario di Milano, il racconto qui (clicca). E faceva parte del fuori-Salone della Fiera del libro di Milano.