Dopo quella già messa in post precedenti, ad esempio questo clicca qui, ecco ancora un po’ di rassegna stampa a ridosso dell’evento…che sarà martedì 7 novembre 2017, nel giorno in cui si festeggia in tutto il mondo 150 anni dalla nascita di Marie Curie! DUE DONNE AI RAGGI X – MARIE CURIE E HEDY LAMARR, VE LE RACCONTO IO è alla Sala Umberto di Roma ore 21, biglietti qui.

(qui per le date del tour di ‘1927 MONOLOGO-QUANTISTICO’ che riparte dal 15 novembre, clicca)

Ecco il Corriere della Sera…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

…che partiva dalla prima, eccola…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E l’intervista su Leggo…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo è il link su Repubblica, clicca qui.

 

E questa è l’ANSA uscita!

ZCZC0753/SX4
XSP76620_SX4_QBXZ
R CRO S04 QBXZ
A teatro la vita di Marie Curie 'passata ai raggi X'
A 150 anni dalla nascita va in scena il suo lato più umano
   (ANSA) - ROMA, 06 NOV - La dedizione al lavoro, la ribellione
al maschilismo imperante, le ansie e i tormenti suscitati dalla
malattia: è un inedito ritratto di Marie Curie 'donna', oltre
che 'scienziata', quello che va in scena martedì 7 novembre, in
occasione dei 150 anni dalla sua nascita, alla Sala Umberto di
Roma. Pioniera degli studi sulla radioattività premiata con due
Nobel, Marie Curie sarà protagonista insieme a Hedy Lamarr, diva
cinematografica e inventrice del Wi-fi, nello spettacolo "Due
donne ai raggi X", scritto e interpretato dalla fisica Gabriella
Greison con la regia di Giampiero Cicciò.
   "Marie Curie è forse la scienziata più nota al mondo, eppure
- spiega Greison - quando la si nomina ciò che viene alla mente
sono solo i suoi studi sui raggi X e i premi Nobel. Leggendo
otto biografie sono riuscita a ricostruire la sua vita,
restituendo in scena il suo lato più umano e sconosciuto, dal
bullismo che ha subito da giovane fino agli enormi cambiamenti
che ha vissuto  quando le malattie l'hanno portata a diventare
più chiusa, egoista e addirittura spendacciona".
   Sfogliando libri e testimonianze, "ho scoperto - continua
Greison - che nel 1930 Marie Curie andò in visita nella scuola
austriaca dove studiava Hedy Lamarr prima di diventare attrice.
E' curioso che notare che anche lei, in seguito, dovette
affrontare un profondo cambiamento quando la sua carriera
cinematografica cominciò a declinare: con il suo guizzo e la sua
genialità, Lamarr è sempre stata agli antipodi rispetto alla
Curie, più tenace e dedita al lavoro, e anche di fronte ai
dilemmi esistenziali le due donne hanno avuto reazioni
completamente diverse. Raccontando loro, in un certo senso,
racconterò tutte noi".(ANSA).
     Y25

 

 

 

E poi…domani esce sul Foglio!

 

 

E continuate a mandarmi i vostri messaggi…questo è l’ultimo!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E…

 

 

 

 

(molto Ipazia) foto di Pino Le Pera