Oggi su Repubblica nuova puntata delle mie PILLOLE DI FISICA…rispondo a una domanda di Corrado Guzzanti!

Oggi su Repubblica c’è la mia rubrica settimanale PILLOLE DI FISICA…oggi terza puntata, e rispondo ad una domanda che mi ha fatto il grande Corrado Guzzanti! Buona lettura…e restate curiosi!

 

 

 

PILLOLE DI FISICA / 3

di Gabriella Greison

La domanda di fisica questa volta me l’ha fatta Corrado Guzzanti. Occhio a cosa mi chiede (una curiosità bellissima, la sua).

Se la descrizione della forza di gravità come deformazione dello spaziotempo è universalmente accettata, perché invece a livello quantistico si cerca una particella di scambio, il fantomatico e introvabile “gravitone”, come avviene per le altre forze? Se un giorno questa particella venisse scoperta avremmo la dimostrazione che Einstein non aveva capito la gravità, che invece risulterebbe essere una forza più simile alle altre, o ancora le teorie della relatività e della meccanica quantistica resterebbero entrambe valide, benché incompatibili?

Il problema più grande che la fisica sta affrontando è l’incompatibilità tra le due più importanti teorie di sintesi: una descrive il macrocosmo e l’altra il microcosmo. Entrambe funzionano benissimo nel proprio campo di applicabilità ma insieme non possono coesistere. Il Modello Standard raccoglie tre delle quattro interazioni fondamentali della natura (resta fuori solo l’interazione gravitazionale), ciascuna identificata dalla relativa particella mediatrice, denominata bosone. Se l’interazione gravitazionale dovesse rientrare nel quadro coerente del Modello Standard, il bosone mediatore della teoria di “gravità quantistica” viene chiamato gravitone. Due rami di ricerca: la gravità quantistica a loop, e la teoria delle stringhe. La scoperta delle onde gravitazionali – conferma delle intuizioni di Einstein – potrebbe facilitare lo studio di una teoria quantistica della gravità in conformità con le onde elettromagnetiche. Di fatto, una teoria quantistica della gravitazione non toglierebbe alcun pregio al formidabile pensiero che sta dietro la gravitazione di Einstein. Ne estenderebbe anzi il campo di applicazione al microcosmo e la renderebbe compatibile con la meccanica quantistica. Nel caso della gravità quantistica, si arriverebbe a una delle più grandi sintesi del pensiero mai immaginate e aprirebbe scenari di indagine attualmente nemmeno ipotizzabili. Ma si potrebbe ritenere che anche separate, le due fisiche mostrino comunque la loro efficacia: esisteranno poi davvero campi in cui entrambe si fondono in un’unica grande fisica unificata? La risposta è affermativa. Ad esempio, in un buco nero, un aspetto matematico della relatività generale, fotografato un mese fa. Einstein avrà sempre ragione.

Continuate così, restate curiosi.

 

 

Altre cose…

 

Mi ha chiamato l’editore e mi ha dato una notizia: l’ultimo romanzo LA LEGGENDARIA STORIA DI HEISENBERG E DEI FISICI DI FARM HALL è già in ristampa!

…il link per averlo è sempre lo stesso, eccolo QUI!

Come forma di ringraziamento, ho caricato due video con il mio nuovo spettacolo LA LEGGENDARIA STORIA DI HEISENBERG E DEI FISICI DI FARM HALL, sul mio canale youtube (mi raccomando iscriviti al mio canale!), breve e lungo:

Per vedere il video breve -> clicca qui!

Per vedere il video lungo -> clicca qui!

E poi l’altra novità è che hanno finalmente pubblicato il mio secondo audiolibro su Audible, si tratta di SEI DONNE CHE HANNO CAMBIATO IL MONDO (Bollati Boringhieri editore)…e mi piace tantissimo!

Questo il link per scaricare l’audiolibro (e dargli 5 stelle, mi raccomando) -> CLICCA QUI!

 

 

 

In questi giorni, sono chiusa nella sala di registrazione perché ne sto registrando un altro, sempre per Audible, che uscirà in estate, si tratta di HOTEL COPENAGHEN…ve lo ricordate? Tra i miei romanzi usciti, è passato un po’ sottotraccia, ma il racconto è strepitoso, quindi vorrei rilanciarlo… si tratta delle mie ricerche che ho fatto a Copenaghen, dove ho ricostruito la vita di Niels Bohr, e la sua scuola di Copenaghen (da quella scuola sono usciti tanti premi Nobel) e lì lui ha fondato la teoria ortodossa della fisica quantistica. Niels Bohr era il grande antagonista di Albert Einstein… (qui per il libro di carta – > clicca)

 

Sabato scorso ho fatto una bella serata a Lugano, ho portato il mio MONOLOGO QUANTISTICO e si è creata una di quelle atmosfere che mi piacciono tantissimo, ho raccontato tutto su questo post -> clicca

Sabato prossimo vado in Friuli, lo porto al festival della costituzione (la sera prima c’è ascanio celestini), inizio ore 21, ci vediamo lì!

 

 

 

 

 

…non state con chi non vi fa fiorire!

gabriella

 

 

Condividi su ...
0Shares

There are no comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il termine di ricerca e premi invio

Shopping Cart