Oggi su Repubblica nuova puntata delle mie PILLOLE DI FISICA…

Oggi su Repubblica nuova puntata delle mie PILLOLE DI FISICA…con la fantascienza e la fisica che c’è dietro!

Puntata numero 5 della mia rubrica settimanale su Repubblica…

 

 

PILLOLE DI FISICA / 5

di Gabriella Greison

La fantascienza è alla base della continua lotta tra immaginazione e realtà fisica, ed è un luogo molto affascinante per essere curiosi. La domanda di questa rubrica è: che fisica vale se prendiamo per buone le invenzioni dei racconti di fantascienza?

George Wells, per primo, ha scritto nel 1895 La macchina del tempo. Lui dice che in un viaggio nel tempo non esiste differenza tra le tre dimensioni spaziali e la dimensione temporale. Lì, la realtà che conosciamo è una rappresentazione tridimensionale dell’unicum quadridimensionale: fotografie successive di un unico individuo, scattate in epoche diverse. Come avviene per i movimenti lungo le tre dimensioni spaziali, Wells immagina che anche nel tempo ci si possa muovere avanti e indietro lungo l’asse temporale. E la sua straordinaria intuizione anticipa la fisica della formulazione matematica di Minkowski (arrivata nel 1907) dello spazio-tempo quadridimensionale. Viene portato un fiore sconosciuto dal futuro al presente: il suo ritorno dal futuro significa la presenza simultanea degli stessi atomi in due luoghi diversi e la materia risulta duplicata, e creata dal nulla.

La duplicazione è un passaggio ostico per i film di fantascienza, un paradosso. A fatica ne sono usciti brillantemente altri. Fino a quando Isaac Asimov, nel racconto Necrologio (1959), lo risolve: la sua macchina del tempo crea una copia del viaggiatore, uno viaggia nel tempo, l’altro resta nel presente. Ma gli esseri che richiama nel presente vengono uccisi. Chi viaggia non è l’individuo originale, ma il suo duplicato, che finisce in un circolo vizioso tra presente e futuro, che ripercorre di continuo, muovendosi su una linea temporale chiusa. La fisica che c’è dietro è quella del vuoto quantistico: dal vuoto possono emergere una particella e un’antiparticella, che si annichilano e si ricreano, in un circolo chiuso infinito.

E poi è arrivato Interstellar (2014), dove proprio un fisico, Kip Thorne, ha messo mano alla sceneggiatura: il suo è il racconto della dilatazione temporale della relatività di Einstein, e quindi la presenza di un forte campo gravitazionale, quello in cui sono immersi i pianeti che orbitano intorno al buco nero, dove il tempo scorre più lentamente, e se torni sei più giovane di chi è rimasto. E da questo racconto è iniziata una nuova era.

Ma non finisce qui, parlerò ancora di fantascienza e fisica. Continuate così, restate curiosi.

 

 

 

 

Poi hanno caricato il TEDxPavia sulla piattaforma ufficiale TEDxTalk americana, questo è su EINSTEIN E L’INFINITO, perhè i titolo dell’intero Ted (che poi ho condotto per 4 ore (q-u-a-t-t-r-o o-r-e!!!!), il mio Ted era quello di apertura, è duranto quattro ore (mi pareva tutta la notte, a me) con otto ospiti grandi oratori, è stato bello, si può trovare tutto su TEDxTalk su youtube-> -> clicca qui

 

 

 

 

Altre novità…

Mi hanno fatto un’intervista lunghissima, per la serie web “Raccontarsi – Storie di Fioritura” abbiamo fermato il tempo, e c’è stato modo di raccontarmi, e raccontare i miei lavori, senza recitazione, solo io, nuda, e come sono…è stata dura, ma ce l’ho fatta! Non mi faccio intervistare quasi mai, per più di dieci minuti (“Un giorno venne uno per un censimento, iniziò a farmi delle domande, io gli mangiai il fegato con un buon piatto di fave ed un ottimo chianti” Hannibal Lecter, come lo diceva lui…lo dicevo anche io, solitamente), e loro ce l’hanno fatta a convincermi, mi hanno tenuta dentro una stanza due ore…ma era per una buona causa, e ho accettato. Condivisione, compartecipazione, eguaglianza, inclusione, tutti valori importanti perla nostra società, e assolutamente da diffondere! Grazie Tlon – DiversirtyLab – Maura Gancitano – Francesca Vecchioni…. il risultato: mezzora di montato, che si può vedere a questo link -> CLICCA QUI -> SUL MIO CANALE YOUTUBE! …ditemi cosa ne pensate in messaggi privati!

 

 

 

Poi poi…

…ecco la cosa bellissima che mi è successa. Ieri c’è stata la presentazione della nuova stagione del Teatro ElfoPuccini di Milano…e il mio spettacolo EINSTEIN & ME è in cartellone una settimana, guardate: CLICCA QUI! (si possono prendere già i biglietti!) Sarà pazzesco vedere scorrere la locandina nel semicerchio elettronico di cso Buenos Aires!

 

 

EINSTEIN & ME è lo spettacolo tratto dal mio romanzo “Einstein e io”, dopo il mio lungo lavoro di ricerche in Svizzera, tra Zurigo e Berna, per ricostruire la prima parte della vita di Albert Einstein, vista dagli occhi di Mileva Maric -> clicca qui per il libro…

 

 

E poi se prendete il Frecciarossa a giugno, trovate una bella intervista che mi hanno fatto sulla rivista Le Frecce per tre pagine!

 

 

…non state con chi non vi fa fiorire!

gabriella

 

 

 

 

 

 

 

…non state con chi non vi fa fiorire!

gabriella

 

 

 

 

Condividi su ...
0Shares

There are no comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il termine di ricerca e premi invio

Shopping Cart