Piccolo aggiornamento su Mileva Maric e la mia proposta di attribuzione di laurea postuma (e EINSTEIN & ME sarà una settimana al Teatro Menotti di Milano a Ottobre!)

Ciao…vi aggiorno sulla mia proposta di attribuzione di una laurea postuma a Mileva Maric.

Ma prima, riassunto delle puntate precedenti (clicca qui per il resoconto completo):

Mileva Maric è la prima moglie di Albert Einstein, fisica, sognatrice, con una mentalità scientifica eccezionale (per questo lui si è innamorato di lei). Avevano frequentato insieme il Politecnico di Zurigo, e preparato gli esami universitari. Quelli erano i primi anni del XX Secolo e alle donne non era permesso realizzarsi nella professione di scienziata, infatti la società del periodo le ha fatto una guerra durissima. Anche i biografi di Albert Einstein hanno fatto lo stesso. Alla luce delle nostre consapevolezze di oggi, la sua storia (a prescindere da quella di Einstein, che rimane intatta) andava riscritta. Ed è stata una mia necessità primaria darle un lieto fine. Per questo ho proposto all’ETH di attribuire una laurea postuma a Mileva Maric, come simbolo, come segnale, come speranza per le nuove generazioni, affinché credano che oggi possono realizzarsi come vogliono nella loro professione, a prescindere dal sesso, dalla religione, dalle amicizie, dalla società.

Purtroppo oggi, la maggior parte delle volte che mi intervistano su Mileva Maric, fanno un errore madornale: chi fa i titoli, se il contenuto è questa storia, scrivono cose ad effetto tipo ‘è lei la madre della relatività’, oppure ‘Einstein imbroglione’ o ‘la mente dietro Albert Einstein’, e altre cose sbagliatissime così. Sono frasi che colpiscono senz’altro, ma non è affatto quello che racconto io. Anche perché le mie ricerche non erano certo volte a screditare Albert Einstein, o a capire cosa ha scritto Mileva Maric sulla relatività. Il discorso che faccio io è ben più complesso. E racconta la società del periodo, e un posto (la Svizzera), così come quelli confinanti (ad esempio la Germania), coacervo del potere maschilista, secondo cui una donna, studiosa di fisica, non poteva praticare la professione, ma doveva solo badare ai figli, alla famiglia e ai malati in casa.

Ed eccomi all’aggiornamento: c’è stato un cambio al vertice dell’ETH nelle settimane scorse, il nuovo rettore è il prof. Gunther Dissetori (che prende il posto di Sarah Springman). Come sapete, in ogni posto dove cambiano i vertici, succedono cose nuove e diverse dalle precedenti. La mia proposta di attribuzione di una laurea postuma a Mileva Maric risale a Maggio 2019, e tutto l’iter che ha fatto quella proposta lo conosciamo (clicca qui per sapere la cronologia delle risposte e di quello che è accaduto), e così ne ho formalizzata un’altra. O meglio, l’abbiamo formalizzata. Sì, perché nel corso del tempo si sono unite alla mia voce quelle di tante altre scienziate, e in particolare una mi ha aiutato, e abbiamo rifatto la proposta, con la nuova idea di attribuire la laurea postuma anche ad altri nomi di donna a cui l’ETH ha proibito la laurea. Esattamente come è stato fatto in Scozia, in una notizia recente di attribuzione di laurea postuma alle prime donne che avevano iniziato un percorso scientifico e la società scientifica del periodo le aveva ostacolate. Con questa nuova proposta, ora non si potrà più sbagliare a fare i titoli: la laurea postuma a Mileva Maric NON è qualcosa di personale contro Albert Einstein.

Ecco i primi articoli usciti in Serbia per questa novità -> clicca!

E anche qui -> clicca.

E qui -> clicca.

 

 

Per quel che riguarda lo spettacolo teatrale EINSTEIN & ME, lo riporto in scena la prossima stagione!

Inizierò con il botto, lo farò per una settimana al Teatro Menotti di Milano, dal 18 al 23 Ottobre -> ECCO IL LINK PER I BIGLIETTI!

Saranno repliche bellissime, con l’allestimento teatrale completo, e quindi saranno imperdibili.

Sarà bello tornare in scena nei panni di Mileva, che nel corso della storia si trasforma e divento io, diventiamo noi, oggi, seguendo l’evolversi delle stagioni.

La foto di scena è quella mitica con l’abito rosso…che indosso per tutto lo spettacolo.

 

 

E speriamo di fare ancora tante date in giro per l’Italia…pensate che con questo spettacolo sono stata anche a Vienna, Zurigo, San Francisco…e ho riempito i più grandi teatri italiani, dal Politeama di Genova al Rossetti di Trieste…

…per info, per i teatri che vogliono ospitarlo, scrivere a me -> gabriella.greison@gmail.com

 

 

 

Piccola memory:

Einstein e io” è il mio romanzo pubblicato con Salani in cui scrivo in prima persona come se fossi Mileva Maric (come nell’omonimo monologo), da ieri tradotto anche in serbo, la lingua di Mileva! Mentre “Sei donne che hanno cambiato il mondo” è il mio libro pubblicato con Bollati Boringhieri in cui racconto le mie 6 eroine della scienza (Mileva, Marie Curie, Hedy Lamarr, Rosalind Franklin, Emmy Noether, Lise Meitner). E poi “Einstein forever” pubblicato con Bollati Boringhieri è la biografia di Albert (a prescindere da Mileva). E così ho chiuso il cerchio su di lui, su di lei, e sulla relatività.

C’è una logica maniacale tutta mia in ogni libro che pubblico, lo so!

E ogni libro che pubblico fa parte di una tessera del grande puzzle che sto costruendo.

Collezionateli tutti, alla fine arriveremo ad un magnifico disegno…frutto della mia mente.
🌺

 

 

.
Per i miei libri -> segui questo link: clicca!

Per i miei monologhi e spettacoli teatrali in tour -> segui questo link -> clicca!

.



 

 

 

Non state dove o con chi non vi fa fiorire.

gabriella

 

 

 

 

 

Condividi su ...
0Shares

There are no comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart