gabriella

Succede spesso, succede a tutti, di innamorarsi. Di una donna più giovane, della voglia di vivere, di chiudere i conti in sospeso con i ricordi. E’ così, pensando a tutte… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Visto da vicino, colpisce per la semplicità. Il silenzio, i presenti che snocciolano rosari, i capi chini, le persone in ginocchio sulle panche. Ma, poi, visto da fuori, nella piazza… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Gli agenti indossano divise impeccabili. I pantaloni con le righe. E i nodi delle cravatte ben stretti. Camice bianche, linde. “L’uniforme”, dice il responsabile della scientifica, “è la pelle dei… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Il mio ritratto di Giorgio Napolitano (eletto ora di nuovo Presidente) #RomanzoQuirinale

Era il 1992, estate, tempo di Giochi. Dopo due votazioni, con tante schede bianche, Giorgio Napolitano viene eletto Presidente della Camera, in sostituzione a Scalfaro, salito al Quirinale. Lo sfidante… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

E ora Gainsbourg accoglierà tutti alla metro di Lilas

La notizia che nessuno ha ancora commentato è questa: a Parigi, finalmente, una stazione della metro avrà il nome di Serge Gainsbourg. Non una qualsiasi: ma la fermata di Lilas.… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Subito dopo la curva, dove prima spuntava Mennea, ora arriva la gente. Anche se ti aspetti sempre che il primo sia lui. Pure qui, in questa strada che porta al… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Beh, sì, i brividi vengono subito. Appena lo vedi sbucare da una via laterale di piazza San Pietro. Su questa macchinetta bianca senza protezioni, senza schermi antiterrorismo, comandata dai suoi… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Ecco la prima domenica di Papa Francesco…

Lo chiamano tutti. Accidenti se è amato. Sorprende ogni cosa, qui. Pure ogni cosa dice: poi viene il suo sorriso, la sua calma, la mano che ti mette sulla spalla.… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Come mosche impazzite. La gente si muove così. Qui, a piazza San Pietro. Veloci nel loro zigzagare, tutti si spostano da un posto all’altro. Anche se sono stretti, anche se… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Da una parte, loro. I 115 Cardinali che oggi hanno aperto il Conclave, con questi riti interminabili, la votazione che non ha dato nessun esito, la giornata fatta di protocolli… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

L’idea è questa: un giro di Buenos Aires fermandosi a curiosare nelle zone intorno ad un stadio di calcio. Un percorso trasversale, che permette di solcare quartieri, modi di intendere… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

C’è una foto. In bianco e nero. C’è una squadra di calcio in posa. Magliette aderenti, un campo di terra battuta. Gli anni Settanta che finiscono: i giornalisti del Secolo… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

La mail «del capo», come lo chiamano loro, alla fine non è arrivata. Ma alle 10, dopo l’ultima Guinness, sugli ipad e smartphone schierati sul tavolo c’era almeno quella con… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Quando Papa Ratzinger sta per lasciare i suoi appartamenti, per avviarsi – per l’ultima volta – verso il portone, dove lo attende la macchina che lo porterà all’eliporto, gli schermi… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

L’ultima volta del Papa a piazza San Pietro, con 200 mila persone

Piazza San Pietro, prime ore della mattina, il cielo è alto, spalancato, di quell’azzurro che soltanto chi sta a Roma vede, bellissimo. La gente ha iniziato presto ad incamminarsi verso… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Qui nessuno sorride. Nessuno ha pensato nemmeno alle bottigliette d’acqua. Nessuno del Partito Democratico ha commentato le votazioni nelle ultime ore di spoglio (per quattro ore, dalle dichiarazioni ufficiali, mancavano… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Casa dell’Architettura, zona Esquilino, i primi exit poll vengono proiettati sul grande schermo. Le reazioni, dei dirigenti del Pd presenti, sono di grande euforia. C’è chi butta le braccia al… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Un mese di sigaretta elettronica, ecco cosa succede

Per VanityFair.it   I dibattiti sulle sigarette elettroniche sono di grande attualità: se fanno smettere di fumare, se fanno più o meno male delle sigarette tradizionali, se fanno iniziare a… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

C’è stato un momento che Buenos Aires veniva presa come esempio, per mostrare a tutti come si esce dalla crisi. La crisi del 2001, quando la disoccupazione toccava il 20%… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Non so se pericolosa, ma certamente lontana. Il primo approccio che hai con Buenos Aires – ci sono stata durante queste vacanze invernali (per loro, estive) – è con i… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Chiude il 2012, lei, che aveva aperto il 1900. Rita Levi Montalcini ci lascia a 103 anni. Se ne va, con l’ultimo saluto dalla finestra di casa sua, a via… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Le ambulanze, qui, all’ingresso del pronto soccorso dell’Umberto I di Roma (l’Umberto I è il secondo ospedale pubblico più grande d’Italia, con i suoi 1200 posti letto; ed è il… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Caos al Fatebenefratelli, da oggi stop alle visite in convenzione

Ospedale Fatebenefratelli, ingresso, bacheca principale. La gente, i dipendenti, i medici passano e leggono: «Dal 6 dicembre sarà sospesa l’erogazione delle prestazioni ambulatoriali e di ricovero in regime di convenzione… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Il caso del bambino impiccato (per Vanity Fair in edicola). I giornali hanno affrettato i titoli, i politici le dichiarazioni, e la gente i cortei

“Andrea non era gay. Punto”. Ripete queste parole, il nonno del ragazzino di 15 anni che si è impiccato, appendendosi alla scala di casa, con una sciarpa alla gola. E’… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Come un killer invisibile, silenzioso, che toglie la vita in maniera crudele. Così parlano dell’Ilva, e dell’aria che ci sta lì intorno. «Perché, anche se non puoi fare a meno… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Piccoli e cattivi. Piccoli bastardi. È sgradevole, è sbagliato scrivere cose così su dei ragazzi nemmeno maggiorenni, ma queste sono le parole e – in queste parole – c’è tutto… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

E arriva l’ambulanza, che però non può passare perché il passaggio è bloccato. Meno male che nella piazza di Campo de’ Fiori c’è sempre la camionetta dei Carabinieri. Ah, no,… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

La voce che dovete immaginare, è bassa, dolce; il tono è di chi ha vissuto tanto. «Nasco contadino, lavoravo la terra negli anni 70: adesso sono a capo della mia… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Reportage su Trenitalia…tra pendolari, e privilegiati

CAPITOLO 1) I PRIVILEGIATI Martedì, tardo pomeriggio. Frecciarossa 9544, direzione Milano. Manca quasi un’ora all’arrivo, previsto per le 19.40. Ma invece di proseguire sulla linea ad alta velocità, il convoglio… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Ecco la mia intervista alla grande Margherita Hack, adoro questa donna!

La cosa bella di parlare con Margherita Hack, è che puoi chiederle qualsiasi cosa. Lei risponde a tutto. Con una velocità simile a quella della luce. Ma senza superarla. «Certo,… Condividi su ... Facebook 0 Twitter 0 LinkedIn 0Shares

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart