Anche ieri più di 300 persone! Ultimi giorni di repliche a Teatro di “1927 MONOLOGO QUANTISTICO”

“1927 monologo quantistico” è in cartellone fino al 10 novembre, stasera (mercoledì) lo spettacolo inizia alle 19.30, domani (giovedì) ultima sera di repliche, orario d’inizio 20.30.

Venite a teatro?

CLICCA QUI, per info, biglietti e altro.

Dopo lo spettacolo chiacchiere sulla fisica quantistica con me nel foyer e firmacopie del romanzo “L’incredibile cena dei fisici quantistici”, clicca qui.

Per altre informazioni dai post precedenti, clicca qui.

Per altre recensioni, questa è una uscita. E questa è un’altra.

img_1162 img_1179

Condividi su ...
0Shares

Comments (4)

  • seguo con estremo interesse l’argomento in questione e mi sarebbe piaciuto seguire la rappresentazione teatrale. Tuttavia MIlano mi viene un po’ in salita. Ho letto ‘fisica quantistica della vita quotidiana’ di Prgiorg Paterlini (non so se conosce. Blog NUvole) col quale mi è capitato di avere una discussione piuttosto animata, ma non sempre i giornalisti trattano il tema esaurientemente. Ne sono forse affascinati, questo sì, non informati però. In attesa di poter vedere il suo spettacolo potrebbe suggerirmi qualcosa da leggere? Ha scritto un libro prima di preparare lo spettacolo? un saluto

    enkil
    Rispondi
    • grazie mille!
      il mio romanzo di riferimento, e ultimo, è “L’incredibile cena dei fisici quantistici”, editore Salani.
      a presto,
      gabriella

      gabriella
      Rispondi
  • Un invito a portare il suo spettacolo in Abruzzo terra del laboratorio del Gran Sasso

    Qui in questo duomo d’arcaica calce
    la materia svela il suo reticolo
    la sua fibra l’ordito la sua trama
    sotto l’enorme calcareo macigno
    si captano delle stelle i rantoli
    prima dell’agonia verso la polvere
    s’irretiscono evanescenti messaggeri
    neutri ambasciatori del remoto cosmo
    qui si cerca l’intenzione primigenia
    di chi dal vuoto volle trarre pieno
    o forse perfetto simmetrico contrario
    per l’universo quanti pezzi necessari
    da quante scatole avvenne l’estrazione
    in quanti magazzini rimessi vi saranno
    venne la luce fatta anche lei a pezzi
    oppure ondeggia indecisa se dividersi
    che strana sensazione fisica provare
    ad essere contemporanei in due siti
    eppure succede sempre e ovunque
    senza bisogno d’esser guru e santi
    basta pensarsi essere minute particelle
    in un convento dall’estensione universale.

    Marco Sclarandis

    Rispondi
    • grazie,
      ben volentieri verrei, ma bisogna trovare un teatro in abruzzo per farlo, e dopo averlo trovato mettersi in contatto con il mio regista, Emilio Russo, è lui che si occupa del tour,
      a presto!
      gabriella

      gabriella
      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il termine di ricerca e premi invio

Shopping Cart