Una pagina di intervista sul Secolo XIX …bellissima!

Ciao! Vi devo dire meglio della data di Camogli che mi aspetta.

Ma prima, vi allego la pagina di intervista che mi ha fatto il Secolo XIX, è bellissima! Siccome, come sapete, sono legata a Genova, la mia casa è a Moranego, nell’entroterra est di Genova, e lì mi ritiro per scrivere libri, per preparare spettacoli, così come ho fatto nel lockdown (4 mesi!) quando ho scritto “Ucciderò il gatto di Schroedinger”, che esce per Mondadori il 15 Settembre (clicca qui per il preordine). Moranego è un posto isolato dal mondo, dove non succede niente, dove tutto è fermo, e questo mi consente di capire quanto sto cambiando, quello che sto diventando, come sto vivendo. Perché è come si sta al mondo che fa la differenza. Bene, l’intervista parte da questo mio legame con Genova e arriva fino a Camogli, dove sarò sabato.

Sabato alle 12, in piazza a Camogli, all’interno del Festival della Comunicazione, faccio il mio monologo su Marie Curie, quello che ho tratto dal podcast pubblicato con Audible “Cara Marie Curie…”, perché era uscito durante il lockdwon, e avevamo avuto poco modo di diffonderlo, così abbiamo creato questa data speciale, e un’altra sarà a Milano, il 20 Settembre ore 13, al Teatro Piccolo. Bene.

Alla fine del monologo, alle 13, ci spostiamo nella libreria Ultima Spiaggia, e facciamo i primi firmacopie dei libri che arriveranno lì in via del tutto eccezionale proprio perché sono legata alla Liguria e a questi posti, anche se il libro esce il 15, e si potranno prendere. Sono felicissima!

Tornando all’intervista, vi dico che è vero quello che hanno titolato… vorrei andare, con i miei fisici del XX secolo, nello studio di Maria De Filippi. So che mi capite. Ma l’intervista va letta per intero, non solo il titolo.

Dai. Non vedo l’ora sia il 12 e poi il 15… così avrete in mano anche voi quello che per un anno è stato solo mio, il romanzo della fisica quantistica! Ciao!

 

 

 

Il libro esce il 15 Settembre, ci siamo quasi (clicca qui per il preordine) “Ucciderò il gatto di Schroedinger” sarà presto anche vostro…e io non vedo l’ora!

 

 

 

Ho fatto il primo stand up sul gatto di Schroedinger a Cesena, è stato bello! Ho tenuto questa storia dentro di me per un anno, e i 4 mesi di lockdown in cui ho scritto il romanzo…ed ora finalmente posso raccontarla anche a voi…

Racconto la fisica quantistica come è nata, racconto la vita di Erwin Schroedinger, racconto del perché lui ha pensato prima di tutti alle cose che noi vedremo presto nella nostra realtà… la fisica quantistica è il nostro futuro. Io da fisica non posso che essere grata a Schroedinger. E da donna non posso che essere innamorata di lui… Era un grandissimo seduttore di bellezze femminili… E poi il suo gatto, paradosso bellissimo… Vivo e morto allo stesso tempo, fino a quando non apriamo la scatola per guardare… Quante volte anche noi abbiamo vissuto e non vissuto allo stesso tempo… Metafora magnifica.

 

 

E’ come si sta al mondo che fa la differenza.

gabriella

 

 

 

 

 

 

Condividi su ...
0Shares

There are no comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il termine di ricerca e premi invio

Shopping Cart